Tris d’assi per il J-Pop e l’Anisong al Napoli Comicon

Ancora una volta Ochacaffè supera sé stessa con gli artisti che riesce a portare in Italia, oggi vi parliamo degli artisti presenti al Comicon 2016.

Azumi Inoue, la voce delle canzoni dello Studio Ghibli

Azumi intepreta la sua prima ending in occasione del film a cartoni animati di Hayao Miyazaki Il Castello nel Cielo. Il pezzo è la bellissima“Kimi wo Nosete”, che grazie al successo del film per lo Studio Ghibli diventa conosciutissima in breve tempo. Lavora anche sulle musiche di scena per Kiki Consegne a Domicilio, “Meguru Kisetsu” e “Maho No Nukumori”. Lavora anche con altri animatori, per esempio incide “Kanashimi ga Yurusenai” per l’anime Guyver: The Bioboosted Armor e altri pezzi per la serieYadamon.

Yuyu, simpatia e spontaneità

Vera e propria bambina prodigio, a soli sette anni per la TV nazionale pubblica giapponese NHK, con la canzone “6 Sai No Ballad” che va in onda nel programma TV Minna No Uta.

Questa trasmissione, con 50 anni di storia, riceve migliaia di email e telefonate che richiedono la canzone, tanto che la sigla, che doveva coprire due mesi, rimane in TV per oltre sette mesi, trasformando 6 Sai No Ballad in uno dei successi del 2012. Al momento ha 10 anni, frequenta le elementari ma continua a incidere dischi e fare tour in giro per il mondo, è dell’anno scorso la sua partecipazione al Japan Expo Parigi.

azumi

K-ble Jungle, colori ed energia

Immancabile il ritorno di una band diventata quasi un emblema dell’Asian Village del Napoli Comicon, i K-ble Jungle. Napoli sarà il loro primo concerto italiano del 2016, in un tour iniziato a Tokyo e arrivato in Europa dalla Svizzera.

kJ

 

 

Condividi su:
0 0 vote
Article Rating
Gianmaria [Admin]

Gianmaria [Admin]

Fondatore di Anime News, grande appassionato di anime, cosplayer ancora alle prime armi e grande amante di videogiochi online. Da più di un anno sempre pronto a portarvi ogni giorno notizie fresche sul sito.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments