Giappone, settantenne condannato alla prigione per pirateria

Si è aperto ieri presso la Corte di Kyoto il processo per il settantenne Takehisa Hidaka, impiegato di una ditta di consegne. L’accusa è furto di copie di Shonen Jump prima della sua distribuzione. La Polizia Prefetturale di Kyoto lo ha arrestato il 13 novembre 2015 assieme a quattro cinesi per sospetta violazione di copyright. La Corte lo ha condannato a dieci mesi di carcere.

Secondo i rapporti della polizia, l’accusato ha rubato una copia del n°49 di Weekly Shonen Jump di Shueisha mentre lo trasportava da una tipografia a una ditta di consegne e l’ha data a uno dei cinesi in un parcheggio. Gli altri tre hanno scansionato l’ultimo capitolo di One Piece di Eiichiro Oda e lo hanno caricato su un sito pirata il 29 ottobre, quattro giorni prima dell’uscita ufficiale.

Shueisha stima che i danni economici causati dalla pirateria negli ultimi cinque anni ammontino a 6,5 miliardi di yen (circa €52 milioni).

Condividi su:
0 0 vote
Article Rating
Gianmaria [Admin]

Gianmaria [Admin]

Fondatore di Anime News, grande appassionato di anime, cosplayer ancora alle prime armi e grande amante di videogiochi online. Da più di un anno sempre pronto a portarvi ogni giorno notizie fresche sul sito.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments